Artissimamente

 

Natale in via Cereria n.5

In Cittavecchia, dietro il tempietto anglicano di via San Michele, si trova una stravagante bottega nominata come il suo indirizzo Cereria Cinque e definita, non a caso Show Room (anche se le stanze sono due) per la caleidoscopica visione che già dà solo sbirciando dalle finestre.

Se vorrete entrare, anzi se “potrete” entrare, vi trovereste in un sorta di merry-go-round di coloratissime immagini: dai muri affrescati alle sedie dipinte con personaggi da fumetto, da oggetti d’arredo dipinti con fiori liberty o foglie tropicali, da alberelli di Natale con sorprendenti aculei en pendant con quelli dei cactus.                                                

Ma non immaginereste di trovare un Dreamfinder dal corpo di serpente e la bocca di pescecane stritolato da uno strano florilegio di gambi intricati e corolle dai pistilli tentacolari o un inquietante Jocker dal ghigno beffardo che brandendo nell’aria una bacchetta ricorda il diabolico gnomo di qualche thriller da brivido.

Se qualcuno desiderasse vivacizzare un anonimo muro di casa propria potrebbe scegliere delle decorazioni già pronte su rotoloni di carta da parati a fondo black or white con disegni di piccoli pesci vaganti, mostriciattoli che boccheggiano fra alghe sottomarine e fiori sospesi, uccelli fantasiosi ora su rami spogli ora su alberi pieni di bacche succulente.

.Azzardando una scelta più impegnativa potreste commissionare l’affresco di qualche parete giocando sull’effetto colore coordinato con quello delle stoffe o dei tendaggi, usanza molto trendynelle abitazioni romane dei Vip.

Non si troverà invece l’assortimento di vari oggetti d’arredo, cassettiere e cassapanche, tavolini e vassoi, piccoli trumeaux o librerie tutti variamente dipinti con fiori liberty, tropicali o stilizzati e personaggi da fumetto che, esposti nelle vetrine del centro, sono già stati acquistati dai negozianti o dai loro raffinati clienti.

 

Vetrina Godina

Le artiste di Cereria Cinque, Tullia Cubani e Alessandra Amstici  lavorano essenzialmente su commissione e spesso si trasferiscono nei cantieri navali dove si allestiscono navi da crociera per decorare i saloni di rappresentanza, i corridoi principali o dei pannelli tromp-d’oeil sugli spazi esterni dei ponti.

Ritratti d’arte

Tra i tanti artistici lavori non poteva mancare una simpaticissima Vanity Fair di ritratti d’arte a libera interpretazione, come una principessina botticelliana che ha molto apprezzato…

Oppure altri più low-profile:

Altre notizie e moltissime altre foto sul sito: www.amstici-showroom.it  e https://www.facebook.com/cereriacinque?fref=ts

Come scrisse Pascoli “Il sogno è l’infinita ombra del vero”

 

 

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *